Associazione “A-mare”. L’impresa di Venerino

A 65 anni Venerino Tosini, socio ACSI dell’Associazione “A-mare” di Portoferrario, ha compiuto la traversata Cavo – Piombino in tre ore. E non solo.

Raggiungere i propri limiti, e superarli, mettendosi sempre alla prova: è abituato a imprese di tale livello Venerino, sin dal 1986, quando compì la prima traversata a nuoto. Ma le bracciate da Cavo, Isola d’Elba, al porto vecchio di Piombino, non bastavano a Tosini: giunto a Piombino ecco pronta una bicicletta, per una volata fino a Ferrara, sua città di attuale residenza, per un percorso di 400 chilometri. Un’impresa che farebbe impallidire anche gli atleti più giovani e prestanti. E tutto in 24 ore. Sulla sua pagina Facebook ha dichiarato prima dell’impresa: «Cercherò di arrivare a Piombino Porto vecchio, quindi salirò in bici per pedalare 400 km, fino alla mia abitazione. Spero di riuscire a fare il tutto in 24 ore, ho calcolato che per dieci ore non devo mai scendere sotto la media dei 25 Km orari!» Desiderio avverato, e record raggiunto.

A seguirlo lo staff tecnico dell’Associazione A-mare, che si occupa di vela, gite in barca, escursioni e di formazione per i soci sullo sport e la natura. Il presidente dell’asd è lo skipper Raffaele Veneziano (foto in basso). Appassionato di vela inizia la pratica della barca in regata prima sul lago di Garda poi nel Tirreno e nell’Adriatico, alternandola all’organizzazione e pratica del charter come hobby; nel 1981 acquista la sua prima imbarcazione – un’Alpa 19 – e la passione per la vela cresce fino al 1983 con l’acquisto di un guscio in resina di 10 metri e il successivo allestimento completo che durerà tre anni.
Nel 1988 la prima traversata atlantica di ritorno dai Caraibi, alla quale faranno seguito altre nove.
Consegue poi i titoli professionali per marittimi e nel 1990 procede all’acquisto della Cristymar, e dà inizio all’attività di marinaio a tempo pieno, che lo porterà in giro per il Mediterraneo e l’Atlantico.
Nel 1997 si imbarca su uno Swan 65 con il quale farà il periplo dell’America del Sud doppiando Capo Horn; dal 2000 al 2003 partecipa alla campagna di Coppa America con Mascalzone Latino; dal 2003 al 2009 è ancora sulla Cristymad, nel Mediterraneo, e dal 2009 al 2011 è skipper su un’imbarcazione a vela di 26 metri, navigando sempre nel Mediterraneo fino al Mar Nero; nel 2012 si imbarca come primo ufficiale su uno yacht a motore di 47 metri e poi su uno di 38, ma la passione per la vela e per l’insegnamento lo riporta sulla Cristymar con la quale naviga tuttora.

Una collaborazione con l’ACSI iniziata lo scorso anno, dopo aver instaurato subito un ottimo rapporto con il presidente Sergio Di Ninno e tutto lo staff. Alla nostra redazione Raffaele racconta la storica impresa dell’amico Venerino. «Domenica 4 settembre Venerino Tosini ha attraversato il tratto Cavo – Piombino partendo alle 10 e arrivando sulla sponda opposta alle 15 circa, fermandosi tre volte solo per bere e ingerire succhi di frutta. La traversata è stata caratterizzata da vento debole e qualche nuvola: a bordo ho potuto contare sul prezioso aiuto di mio figlio Matteo e del figlio di Venerino con la fidanzata. Ha regnato un clima di allegria, incitavamo Venerino quando notavamo un rallentamento, pur conoscendo il suo modo di agire: cambia ritmo di tanto in tanto! All’ arrivo si è alzato un vento fastidioso che ha reso un po’ più impegnativo l’ultimo miglio, ma nel complesso tutto e andato come programmato! Si è tolto la muta ed è partito con la bicicletta per raggiungere la sua Ferrara. Arrivo alle 5 di mattina del lunedì.”  E ora avanti tutta con le escursioni lungo le coste delle sette meravigliose isole dell’Arcipelago toscano: Gorgona, Capraia, Elba, Pianosa, Montecristo, Giglio e Giannutri. «Nate da una collana di perle della dea Venere, come narra la leggenda, l’origine divina dell’arcipelago sembra confermarsi con la bellezza delle sue spiagge: sabbiose, di ciottoli, selvagge. Si possono raggiungere cale e secche nascoste, esplorare i fondali marini, andare in barca a vela e lasciarsi così cullare dalla magia del mare…» Tutte le attività dell’Associazione A-mare sono visionabili sul sito www.a-mare.org.

FF

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *